Il caso Weinstein

Wein, vino, anagramma di vino in Inglese.
Letteralmente: Pietra di Vino o Vino di Pietra, duro al (con)tatto (con le papille gustative).

“Weinstein? Semplicemente un cesso!”, ha dichiarato una delle sue vittime.

Weinstein, parente di Einstein, non era ebreo.

Weinstein è stato punito. L’hanno escluso dalla mensa delle star, ma non del tutto: non potrà prendere il dolce con la panna, gli altri sì.

Weinstein? Ha dichiarato “di essere brutto e schifoso”, dice Frida (mia figlia, ndr; senza sapere nulla di lui peraltro).

“Per anni mio padre ha violentato giovani aspiranti attricette”, ha dichiarato Asia Argento.

Pochissimi sanno che la sorella di Asia Argento è scomparsa in quanto più brutta della sorella cui venivano date tutte le attenzioni in quanto bella.
È una cosa che non si dice mai perché Dario è considerato un regista impegnato e non lo si può quindi accostare a un bavoso schiavo della bellezza.

Nel mondo un sacco di bambine hanno massaggiato il proprio padre per un fatto di potere e un pizzico di affetto, ma non se ne parla mai.
Ricordo mi dissero “la tua è la manina più dolce”.

Asia Argento, ha detto quello che ha detto proprio in virtù del fatto che Weinstein, oltre a essere brutto ma proprio brutto, aveva smesso di inviarle i regali, non si sa se per il suo silenzio.
Di certo si sa che oggi, come la stessa attrice sostiene, lui non è più così potente e lei è diventata vecchia quindi: chisenefrega!

“Volevo solo diventare una grande attrice”, ha dichiarato, “ero giovane”. Oggi son vecchia e la fama me la posso rimpinguare solo sputtanando la gente 😉.
Forse questo l’avevo già scritto prima, non ricordo e mi trovo in un periodo di crisi.

Dice “certe cose dette poi da una donna non me lo sarei mai aspettato”(scusa :-(). Questo mentre il suo compagno storico, non lo nomino nemmeno per quanto mi sta sul cazzo (la puttana numero uno del mondo della televisione), la sta smentendo clamorosamente su Libero attraverso Sgarbi. Mentre, come al solito, anche in questo momento di dolore, la nostra deve spiccare “son stata io la prima a denunciare. Poi ho saputo che altre mi hanno seguita e son stata felice”. Mentre nigeriane minorenni sbarcano continuamente sulle nostre coste per giocare a briscola con i nostri vecchi.
Mentre ogni 3 giorni una donna muore d’invidia nei confronti di Asia Argento, il nuovo simbolo della libertà femminile nuda davanti allo specchio che si fa un selfie in barba agli operai (esistono ancora? 🤔) che se la vorrebbero bombare. “Ma nonononononono, non si tocca. Questo corpo può esser solo di brutti produttori finché non arrivano al duecentesimo posto tra i più potenti”.

Perché l’intervista è uscita su La Stampa?
Non è la sinistra italiana l’unica che possiede una certa qual morale, lo stendardo della bontà?

Se non fossi buona e saggia, qual io sono, direi che questo pare l’ennesimo capriccio della figlia di papà che nonostante il papà nonostante la vendita ripetuta del proprio corpo non è riuscita a diventare una grande attrice a discapito del suo riconosciuto talento.

In uno degli episodi di violenza da lei subita/i ecco che Asia dice “l’ho incontrato in una camera d’albergo. Con lui c’era un’assistente, ma lui poi l’ha mandata via!”. (invece di fare un cosa a tre 😊. Parentesi alla bisogna per i più bisognosi).

Quindi, in conclusione: in silenzio continueranno a essere violentate ragazze sconosciute che cercano di essere famose, fenomeno che mo’ si è pure allargato alle star di facebook e del web.
Asia diventerà famosa?
Verrà finalmente fuori che Weinstein in realtà è il mostro di Firenze?

Annunci